• Dal libro al film,  Libri

    “Io non ho paura”: dal libro al film

    Campi di grano a perdita d’occhio inondati dalla luce del sole rovente dell’estate 1978. Un caldo che toglie il respiro agli abitanti di un piccolo paesino del Sud Italia, Acqua Traverse, ma che non ferma i bambini, sempre immersi a giocare tra le spighe di grano e a ravvivare, con le loro voci, un villaggio altrimenti desolato e sperduto. Proprio i bambini sono i primi personaggi raccontati da Niccolò Ammaniti nel suo romanzo del 2001 “Io non ho paura“, attraverso il punto di vista di uno di loro, Michele. Michele Amitrano, anni 9, bambino vivace, di buon cuore e pieno di energia. Bada alla sorellina più piccola, Maria, la cui…

  • la_melanconia_conoshare
    Letteratura

    La melanconia e l’afflizione dell’uomo occidentale

    Era l’antico termine con il quale si indicava un profondo malessere interiore dell’individuo, uno stato di afflizione e contemplazione, ma anche un atteggiamento, per così dire, stravagante, al di fuori degli usi e delle consuetudini. Parliamo della melanconia, considerata erroneamente sinonimo della ben più conosciuta depressione. L’uomo europeo nasce come homo melanconicus, gran parte della nostra letteratura è stata scritta proprio da uomini colpiti da questa condizione sofferente. La discussione intorno a questo tema ha impegnato grandi menti del mondo greco, a partire da Ippocrate fino alle speculazioni che fecero a questo proposito Aristotele nel suo “Problema XXX” e più tardi Marsilio Ficino. Che cos’è allora, se di depressione non…

  • le origini dell'albero di Natale
    Storia

    Le origini dell’albero di Natale

    Passato l’8 dicembre siamo ufficialmente tutti in attesa del Natale. Proprio nel giorno dell’Immacolata Concezione si è soliti seguire una delle tradizioni più diffuse al mondo: addobbare l’albero di Natale (anche se io ammetto di essere una di quelle miscredenti che lo ha fatto prima… :D). Palline colorate, luci, festoni e chi più ne ha più ne metta sono gli svariati modi utilizzati per realizzare l’albero perfetto. Si crea così in casa, in ambienti chiusi o all’aperto quella tipica atmosfera che accompagna lo spirito natalizio in attesa dell’effettiva celebrazione del Natale. Ma quali sono le origini dell’albero di Natale? L’albero come simbolo della vita Anche prima del Cristianesimo, in moltissime…

  • Letteratura

    Le parole latine che usiamo nell’italiano

    Si sa, la polemica sull’utilità dell’insegnamento del latino è sempre accesa. Chi vi è a favore afferma che il latino, essendo la nostra lontana lingua madre, sia da continuare a studiare per capire meglio le strutture della lingua italiana, oltre che per comprendere quanto i nostri modi di parlare, e gli stessi modi di pensare, siano in realtà figli di una cultura e di una lingua che ancora oggi, senza saperlo, parliamo. Dall’altra parte, gli oppositori etichettano il latino come “lingua morta“, evidenziando quindi l’inutilità di studiarla nelle scuole. Il fatto che esso non si parli più è motivo più che sufficiente per ritenere che nel liceo il suo insegnamento…

  • Cinema e Serie tv

    Breaking Bad e Better Call Saul: le affinità tra i protagonisti

    Breaking Bad, serie di successo del 2008 diretta da Vincent Gilligan, si è conclusa nel 2013, dopo avere tenuto incollati migliaia di spettatori che, puntata dopo puntata, si sono appassionati alla storia di Walter White, alias Heisenberg. Attraverso un climax ascendente, la narrazione parte dal racconto della monotona vita del protagonista, alle prese con il suo ruolo di professore di chimica, che viene bruscamente a scontrarsi con la tragica scoperta del cancro. Il terribile male allora si presenta come causa necessaria e sufficiente per dare avvio all’articolato mondo che Walter costruirà attorno a sé, dando sfogo al suo grande talento nel campo della chimica, talento però messo a servizio dell’illegalità.…

  • realismo_magico_bontempelli
    Letteratura

    Il realismo magico di Massimo Bontempelli

    Un tema che da sempre affascina l’essere umano è quello del sogno, con tutti gli aspetti ad esso connesso. Sognando, entriamo in uno stato di incoscienza che ci trasporta in situazioni in cui vediamo immagini, incontriamo persone e visitiamo luoghi conosciuti o no. Insomma, viviamo esperienze che vorremmo affrontare o di cui, invece, abbiamo paura. Quanti di noi (io per prima) non hanno mai provato a cercare un’interpretazione di quello strano sogno i cui dettagli così vividi ci hanno impressionato a tal punto da condizionare un’intera giornata? Senza addentrarmi troppo nella questione del dare un significato ai sogni (fiumi di letteratura ne hanno trattato…), in questo articolo voglio parlarvi di un…

  • Cinema e Serie tv

    I viaggi nel tempo nei film tra avventura e insegnamento

    Si sa, viaggiare nel tempo resta uno dei grandi sogni dell’essere umano. Sì, ma viaggiare dove? Nel passato o nel futuro? Questo è il problema! Personalmente, fare una capatina nell’epoca romana a me non spiacerebbe. Vedere il Colosseo in costruzione, conoscere quel genio di Cicerone, insomma farmi un giro tra le varie età degli imperatori. E perché no, dato che ci sono, nessuno mi toglierebbe lo sfizio di fare un salto nei bellissimi anni Sessanta, nei famosi tempi in cui il capello cotonato e gli occhialoni da sole erano un must. Sicuramente farei un bel giro in macchina con il foulard svolazzante che mi avvolge i capelli, con alla radio…

  • la ragazza nella nebbia conoshare
    Dal libro al film,  Libri

    La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi, un romanzo che diventa film

    Mistero, inquietudine, smarrimento: è così che si apre il romanzo La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi, best seller del 2015. Con il suo quarto romanzo lo scrittore ha voluto rivelare i dietro le quinte dei processi mediatici che si mettono in moto quando una notizia di cronaca è data in pasto a giornalisti e media. La ragazza nella nebbia è la storia della misteriosa scomparsa di una ragazza di sedici anni, Anna Lou, da un tranquillo e anonimo paesino sperduto tra le montagne, Avechot. Anna Lou è la classica adolescente tutta casa e chiesa, con i tipici segreti della sua età. Il libro sviscera nel profondo la vicenda, affidando per la…

  • Letteratura

    Misoginia o sfortuna? Le donne “sbagliate” del primo Svevo

    Se si sente parlare di Italo Svevo normalmente il primo pensiero va al suo capolavoro, La coscienza di Zeno, il romanzo che ha dato il meritato successo all’autore triestino. Ma il nostro Italo, o se vogliamo essere più precisi, Hector (era per metà austriaco, da qui lo pseudonimo Italo Svevo per indicare la sua doppia provenienza) nei suoi primi anni di attività scrisse, pagandoseli da solo, altri due romanzi, altrettanto degni di attenzione. Sto parlando di Una vita e di Senilità, in qualche modo precursori, per il loro aspetto vagamente psicoanalitico, della più fortunata Coscienza di Zeno. Se ne avete sentito parlare solo di sfuggita, magari in un veloce elenco…

  • mostra mercatino libro a torino
    Mostre e Musei

    Il libro ritrovato: un mercatino in cui riscoprire l’antico

    Per chi adora sfogliare le pagine di un libro, sentire sotto le dita la carta ruvida e respirare il suo caratteristico profumo, oggi vi segnaliamo una bella opportunità che potrete trovate a Torino ogni prima domenica del mese. Si tratta dell’evento organizzato dall’Associazione Onlus “Sulla parola”: la mostra-mercatino Il libro ritrovato, presente ormai da dodici anni nel capoluogo piemontese. Sotto i portici di Piazza Carlo Felice e di Via Roma vengono allestite numerose bancarelle in cui sono raccolti tantissimi libri antichi, cartoline d’epoca, fumetti, francobolli, libri fuori stampa e talvolta anche volumi preziosi. I cultori del libro, gli appassionati della lettura e gli amanti dell’antico potranno così passeggiare in una delle…