Pittura

Per farsi trasportare da luci, ombre e colori. Parliamo di arte e di scultura, prestando attenzione non solo alle opere, ma anche alla vita e alle passioni dei relativi artisti.

  • Pittura

    La perfetta imitazione della realtà: l’Iperrealismo

    No, non è la foto di una nuotatrice appena uscita dall’acqua. Si tratta di una scultura che è stata esposta alla Biennale di Venezia 2017, dal titolo The Midpoint. Sbalorditivo, vero? 😮 Quest’opera è stata realizzata da Carole A. Feuerman, artista considerata una tra i tre maggiori esponenti dell’Iperrealismo americano. L’Iperrealismo però non realizza solo sculture, ma anche dipinti e raffigurazioni. In effetti, guardando uno di questi dipinti, è difficile credere che ci si trovi davanti a un quadro e non a una fotografia! Ma andiamo con ordine. Cos’è l‘Iperrealismo? Chi sono i suoi maggiori esponenti? Facciamo un breve excursus storico prima di vedere le opere che vi lasceranno sicuramente…

  • Pittura

    Artemisia Gentileschi: la prima pittrice italiana ammessa in un’Accademia

    Siamo a cavallo tra Cinquecento e Seicento: in un panorama artistico prettamente maschile, Artemisia Gentileschi diventa una grande pittrice. Non era quindi scontato, per una donna, né emergere né poter esprimere liberamente la propria arte, senza incontrare ostacoli o remore dettate dal genere. Ed è così che al liceo durante le ore dedicate a Storia dell’Arte, dopo aver studiato solo e soltanto scultori e pittori, rimasi colpita da questa forte e inaspettata presenza femminile: poche pagine dedicatele, ma di grande impatto. Un talento precoce e naturale Nata a Roma nel 1593, Artemisia respira fin da piccola un’atmosfera pregna di arte perché il padre, Orazio Gentileschi, è un pittore che gode…

  • La Madonna degli Aranci
    Pittura

    Gaudenzio Ferrari: il pittore piemontese del Rinascimento

    Uno dei motivi di orgoglio della tradizione pittorica piemontese è senza dubbio rappresentato da Gaudenzio Ferrari (nato a Valduggia intorno al 1475 e morto a Milano nel 1546). Attraverso il suo linguaggio semplice e teatrale, il pittore riuscì a offrire il messaggio religioso con uno stile grazie al quale viene annoverato tra i migliori artisti del XVI secolo. Ferrari infatti ricopre un ruolo di rilievo tra gli esponenti del panorama della pittura italiana rinascimentale e fu ritenuto uno dei sette “governatori” del “tempio della pittura” insieme a Mantegna, Michelangelo, Polidoro da Caravaggio, Leonardo, Raffaello e Tiziano. Le opere di gaudenzio ferrari Si pensa che Ferrari abbia esordito accanto a Stefano Scotto, l’artista…