• Letteratura,  Pittura

    Dante e Beatrice, l’incontro tra arte e letteratura

    Quando si sente parlare di Dante e Beatrice viene subito in mente la Divina Commedia. Si ricorda la storia di un amore che ha travolto la vita di quello che noi consideriamo il padre della lingua italiana. In realtà, è proprio nella Vita Nova che emerge davvero la centralità di un sentimento incommensurabile. In questo libro dell’Io, scritto tra il 1292 e il 1294 circa, Beatrice si manifesta con delle vere e proprie epifanie che sconvolgono il poeta, a partire dai primi due indimenticabili incontri. Il primo incontro Nel secondo capitolo della Vita Nova, Dante racconta di aver incontrato l’amata quando entrambi avevano nove anni: La giovane, vestita di rosso,…

  • Libri

    Torino, scena del crimine

    Torino rappresenta, fin dagli albori del cinema, un polo di attrazione eccezionale per i registi italiani e non. Con i suoi monumenti, le sue piazze e i suoi vicoli diviene lo scenario perfetto per pellicole ad alta tensione. Nel saggio Torino scena del crimine edito da Yume Edizioni, Andrea Valentini accompagna il lettore per le strade della città alla scoperta di tutti i film horror, thriller, gialli, polizieschi e noir che l’hanno prediletta come set. Una parabola cronologica Scelto come comune denominatore il genere da brivido in tutte le sue sfaccettature, l’autore descrive, uno a uno, i film dal 1946 ai giorni nostri anche con un ricco corredo di immagini.…

  • Libri

    “Autopsia di un’emozione” di Ilaria Caserini

    Era stata sempre lei a inculcarmi nella testa che non ero all’altezza dei miei sogni. E ancora, era stata lei a offuscarmi la testa e il cuore, rendendomi prigioniera delle mie paure, dei miei limiti, e di me stessa. Era stata lei a sabotare la mia esistenza. Nel suo romanzo d’esordio, Ilaria Caserini immerge il lettore in un viaggio abissale alla scoperta di un Mostro, presente ma spesso invisibile, chiamato depressione. Date le sue peculiarità, viva dentro perchè sentita e morta fuori perchè non percepita, si rende quindi necessaria una vera e propria autopsia. Il bisturi, dopo profonde analisi, giunge alla diagnosi: un messaggio importante, fondamentale. La trama Anna Corsi…

  • Libri

    Frankenstein, la scienza e la follia. Uomini e mostri tra scienza e mito

    Massimo Centini studia il capolavoro di Mary Shelley, Frankenstein, inteso come una ricca “officina antropologica” che consente di esplorarlo sotto molteplici punti di vista. Il saggio offre una parabola artistica completa dalle origini manoscritte alle produzioni cinematografiche, con uno scavo sulle figure del creatore, il dottor Victor Frankenstein, e della sua Creatura in continuo scontro tra vita e morte, tra solitudine e desiderio di inclusione, tra amore e vendetta. Per gli appassionati del genere gotico è di sicuro interesse per la descrizione dei retroscena che hanno condotto alla genesi di questo grande classico della letteratura mondiale. Emerge la stretta correlazione tra la vita tormentata della scrittrice, costellata di perdite, e…

  • Pittura

    Artemisia Gentileschi: la prima pittrice italiana ammessa in un’Accademia

    Siamo a cavallo tra Cinquecento e Seicento: in un panorama artistico prettamente maschile, Artemisia Gentileschi diventa una grande pittrice. Non era quindi scontato, per una donna, né emergere né poter esprimere liberamente la propria arte, senza incontrare ostacoli o remore dettate dal genere. Ed è così che al liceo durante le ore dedicate a Storia dell’Arte, dopo aver studiato solo e soltanto scultori e pittori, rimasi colpita da questa forte e inaspettata presenza femminile: poche pagine dedicatele, ma di grande impatto. Un talento precoce e naturale Nata a Roma nel 1593, Artemisia respira fin da piccola un’atmosfera pregna di arte perché il padre, Orazio Gentileschi, è un pittore che gode…

  • Dal libro al film,  Libri

    Jane Eyre: dal libro al film

    Jane Eyre di Charlotte Brontë è un grande classico della letteratura inglese della metà del XIX secolo. Rappresenta, per me, uno dei libri più emozionanti che abbia mai letto ed è per questo che lo considero il mio preferito. Conoscevo la storia perché l’avevo studiata al liceo, durante le lezioni di letteratura inglese: giusto un accenno sull’opera più famosa della scrittrice, che comunque era bastato ad accendere un piccolo barlume di curiosità. Spento per alcuni anni, il barlume si è poi riacceso qualche anno fa grazie alla visione di uno dei suoi adattamenti cinematografici che mi ha colpito così tanto da spingermi a leggerne l’edizione integrale. Quindi, forse, anche voi…

  • Cinema e Serie tv

    Halloween 2018: 5 film horror, 5 dimore oscure

    In occasione di Halloween, vi consiglio 5 film horror che potranno tenervi compagnia, una compagnia forse un po’ tetra, nella notte più spaventosa dell’anno. Si tratta di film che tengono con il fiato sospeso, perchè hanno continui e inattesi colpi di scena che fanno crollare le certezze che si pensava di aver acquisito. Sono accomunati dalla presenza, forte e decisamente centrale, di dimore oscure, costruite con tensione e ammobiliate con terribili segreti. THE OTHERS 2001, regia di Alejandro Amenabar, con Nicole Kidman Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, una donna vive con i suoi due figli in una vecchia villa, isolata e costantemente immersa nella nebbia. I piccoli, colpiti…

  • Letteratura

    Elsa Morante: una vita con la penna in mano

    Elsa Morante (Roma, 1912-1985) è stata una delle più grandi scrittrici del Novecento italiano. Si è distinta nel panorama letterario per la sua penna, sempre carica di spirito indipendente. Coraggiosa, curiosa, determinata, instancabile autrice dall’animo sensibile, ha sempre ascoltato se stessa, senza farsi influenzare dal pensiero o dalla volontà altrui. Ha davvero trascorso la sua vita con la penna in mano: fin dalla più tenera età, ha inseguito il sogno di scrivere e di raccontare. Ci è riuscita e ci ha lasciato dei romanzi densi di emozioni, i quali, secondo me, meritano di essere letti almeno una volta nella vita. UNA NATURALE PROPENSIONE PER LA SCRITTURA «La mia intenzione di…

  • Letteratura

    Le cruente versioni originali di Biancaneve e di Cenerentola

    La versione Disney delle fiabe che conosciamo è il risultato di un lavoro di riscrittura su storie risalenti a molti secoli fa, appartenenti al folklore europeo e quindi tramandate in forma orale. Facenti parti delle tradizioni popolari, le fiabe si rivolgevano a un pubblico eterogeneo, senza tener conto della distinzione tra adulti e bambini. Ed è proprio per questo motivo che si trovano spesso scene cruente o macabre. Convinti dell’importanza culturale di queste storie, filologi e scrittori decisero di ascoltarle dalla viva voce del popolo, per poi fissare sulla carta la versione ritenuta più affadabile da tramandare ai posteri. In questo articolo, in particolare, parleremo di Cenerentola e di Biancaneve.…

  • https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/2c/Waterhouse_decameron.jpg
    Letteratura

    Questione di pazienza: la storia della scoperta dell’autografo del Decameron

    Immaginate di fare una scoperta eccezionale, così eccezionale che potrebbe comportare importanti cambiamenti nel panorama culturale internazionale: avreste la pazienza di aspettare più di vent’anni per poterlo gridare al mondo? Ma soprattutto come reagireste se nessuno vi credesse? Questa è proprio la storia che vi voglio raccontare, quella di un giovane e brillante studioso che dovette armarsi di tanta pazienza e determinazione prima di essere creduto agli occhi del mondo. L’inaspettata scoperta di Alberto Chiari Alberto Chiari era un giovane di ventitré anni, brillante allievo di uno dei più importanti filologi della storia, Michele Barbi. Nell’ambito di studi importanti sul testo del Decameron, capolavoro di Giovanni Boccaccio, il maestro lo…